Governance, impegni, coinvolgimento degli stakeholder

È impegno di Saipem mantenere e rafforzare un sistema di Governance allineato con gli standard delle best practice internazionali, idoneo alla complessità della Società.

Di seguito si riporta una breve descrizione della struttura di governo societaria. Ulteriori dettagli sono forniti dal documento “Relazione sul Governo Societario e gli Assetti Proprietari 2011” disponibile nella sezione Governance del sito internet della Società.

Rif. GRI  Governance 
4.1-4.2-4.3  La struttura organizzativa della Società è caratterizzata dalla presenza del Consiglio di Amministrazione (CdA), organo centrale nel sistema di governo societario, a cui è affidata in via esclusiva la gestione aziendale. Le funzioni di vigilanza sono affidate al Collegio Sindacale e quelle di revisione legale alla Società di Revisione. L'Assemblea degli Azionisti è l'organo sociale che manifesta, con le sue deliberazioni adottate in conformità della legge e dello Statuto, la volontà sociale. Il CdA, composto da 9 amministratori (7 non esecutivi, di cui 5 indipendenti, 2 esecutivi) è stato nominato dall'Assemblea il 4 maggio 2011. Il CdA ha nominato il Presidente, un Vice Presidente Amministratore Delegato - CEO (Chief Executive Officer), da cui dipendono i COO (Chief Operating Officer) responsabili delle Business Unit in cui si articola l'attività della Società, e un Amministratore Delegato per le Attività di Supporto e Trasversali al Business - Deputy CEO. Il Presidente, che non ha un ruolo esecutivo, ha la rappresentanza della Società ai sensi dell'art. 21 dello Statuto Sociale, insieme con gli amministratori cui siano state conferite deleghe (art. 26 dello Statuto). Il CdA ha inoltre istituito al proprio interno due Comitati con funzioni consultive e propositive: l'Audit Committee (o Comitato per il Controllo Interno), composto da amministratori non esecutivi indipendenti e il Compensation Committee (o Comitato per la Remunerazione), composto da consiglieri non esecutivi, in maggioranza indipendenti. Tra i compiti del CdA, in aggiunta alle competenze attribuitegli in via esclusiva dall'art. 2381 del codice civile, risulta la responsabilità di definire le linee strategiche e gli obiettivi della Società e del Gruppo incluse le politiche per la Sostenibilità.
[Rif. RGS 2011 - "La struttura organizzativa"; "Organi di Amministrazione e Controllo e loro Comitati"; "Ruolo e competenze del Consiglio di Amministrazione"; "Composizione"; "Cumulo degli incarichi ricoperti"; "Amministratori indipendenti"; "Comitati interni al Consiglio di Amministrazione"] 
4.4  I dipendenti Saipem hanno a disposizione numerosi canali di informazione dedicati, tra cui:
  • l'intranet portal, a cui hanno libero accesso tutti i dipendenti, fornisce costantemente informativa, ad esempio, sulle attività di business, attività formative, relazioni industriali, oltre a sezioni tecniche di condivisione di documentazione, procedure e best practice;
  • il magazine trimestrale "Orizzonti", spedito in versione cartacea a circa 15.000 dipendenti e disponibile online, contiene articoli di approfondimento su temi e progetti operativi rilevanti;
  • numerose newsletter e magazine locali, gestiti dalle società operative, focalizzati su tematiche di interesse nei Paesi di attività.
Inoltre sono garantiti i canali di informazione e dialogo previsti dagli accordi sindacali, all'interno del sistema di relazioni industriali volto ad assicurare a tutti i dipendenti informazione preventiva, consultazione e partecipazione. Saipem mette a disposizione di dipendenti e stakeholder un canale informativo, che fa capo all'Organismo di Vigilanza e garantisce riservatezza ed esclusione di qualsiasi forma di ritorsione, attraverso il quale è possibile inoltrare segnalazioni relative a problematiche di sistema di controllo interno, informativa societaria, responsabilità amministrativa della Società, frodi o altre materie (violazioni del Codice Etico, pratiche di mobbing, furti, security, etc.). Il dialogo con gli azionisti è garantito dal responsabile della Segreteria Societaria. Le informazioni di loro interesse sono disponibili sul sito Saipem e possono essere chieste anche tramite l'email: segreteria.societaria@saipem.com. A tutela degli azionisti di minoranza, un sindaco effettivo e uno supplente del Collegio Sindacale sono scelti tra i candidati degli azionisti di minoranza. Il Presidente del Collegio è nominato tra i sindaci eletti dalla minoranza. Attraverso il sito Saipem è più in generale garantita adeguata informativa tramite l'ampia documentazione resa disponibile agli investitori, al mercato e alla stampa, è assicurata dai comunicati stampa, da incontri periodici con gli investitori istituzionali, con la comunità finanziaria e con la stampa.
[Rif. RGS 2011 - "Collegio Sindacale"; Sito internet www.saipem.com - Investor Relations] 
4.5  La struttura retributiva del Vice Presidente e Amministratore Delegato - CEO e dell'Amministratore Delegato per le Attività di Supporto e Trasversali al Business, così come quella degli altri dirigenti con responsabilità strategiche, è costituita da una parte fissa e una parte variabile annuale. La remunerazione variabile è determinata con riferimento agli obiettivi Saipem nell'anno, relativi a ordini da acquisire, investimenti e portafoglio, EBITDAi adjusted e sostenibilità (ulteriormente declinato nell'anno 2011 in indice di frequenza infortuni, politica zero infortuni e audit su fornitori svolti nell'ambito del progetto di compliance con lo standard SA8000).
[Rif. RGS 2011 - "Relazione sui compensi"] 
4.6  La procedura Saipem "Operazioni con interessi degli amministratori e sindaci e operazioni con parti correlate" (disponibile sul sito internet www.saipem.com nella sezione "Corporate Governance"), volta ad assicurare trasparenza e correttezza sostanziale e procedurale alle operazioni con parti correlate, è stata approvata dal CdA nell'anno 2010, e trova applicazione dal 1¡ gennaio 2011.
[Rif. RGS 2011 - "Interessi degli amministratori e operazioni con parti correlate"] 
4.7  Gli amministratori posseggono i requisiti di onorabilità prescritti dalle disposizioni normative, nonché i requisiti di professionalità e l'esperienza necessari a svolgere con efficacia ed efficienza il loro mandato al quale sono in grado di dedicare tempo e risorse adeguate. Il CdA, in conformità al Codice di Autodisciplina, ha effettuato anche quest'anno un'autovalutazione sulla dimensione, composizione, livello di funzionamento ed efficienza del Consiglio stesso e dei suoi Comitati, avvalendosi dell'assistenza di un consulente esterno specializzato. Dall'analisi sono state rilevate aree specifiche di eccellenza quali, tra le altre, l'accresciuta conoscenza dei consiglieri sulle attività della Società, grazie agli interventi in Consiglio dei responsabili delle Business Unit e alle visite di siti operativi, e la particolare attenzione riservata ai temi "sicurezza" e "analisi dei rischi".
[Rif. RGS 2011 - "Consiglio di Amministrazione" ; "Autovalutazione"; "Composizione"] 
4.8  Il riconoscimento chiaro dei propri valori e responsabilità è un elemento fondante della relazione di Saipem con i propri stakeholder. I seguenti principi, sanciti anche dalla Mission aziendale, sono applicati universalmente nelle realtà operative del Gruppo. L'osservanza della legge, dei regolamenti, delle disposizioni statutarie, dei codici di autodisciplina, l'integrità etica e la correttezza sono impegno costante e dovere di tutte le persone di Saipem nello svolgimento delle proprie funzioni e responsabilità. Tali principi, oltre all'impegno alla trasparenza, all'efficienza energetica e allo sviluppo sostenibile, caratterizzano i comportamenti di tutta l'organizzazione. Il Codice Etico definisce con chiarezza l'insieme dei valori che la Società riconosce, accetta e condivide, nonché l'insieme delle responsabilità che essa assume verso l'interno e verso l'esterno. Il "Team di promozione del Codice" è l'organismo preposto a promuovere la conoscenza del Codice Etico di Saipem e facilitarne l'attuazione. La Società opera nell'ambito delle Linee Guida dell'OCSE (Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico) per le imprese multinazionali. Saipem rispetta i canoni del diritto del lavoro universalmente accettati e i core labour standard contemplati nelle convenzioni fondamentali dell'ILO (Organizzazione Internazionale del Lavoro), ripudiando ogni forma di lavoro forzato, di lavoro minorile e ogni forma di discriminazione, e assicurando standard elevati di salute e di sicurezza a favore dei propri dipendenti e delle società. Saipem ispira i suoi comportamenti imprenditoriali al rispetto di ogni diversità e delle comunità in cui opera ed è impegnata a preservare le identità biologiche, ambientali, socio-culturali ed economiche. Saipem è altresì impegnata a contribuire fattivamente alla promozione della qualità della vita e allo sviluppo socio-economico delle comunità in cui il Gruppo è presente. Al fine di garantire il raggiungimento degli obiettivi aziendali, il Consiglio di Amministrazione ha approvato finora specifiche Policy denominate: "Le nostre persone"; "I nostri Partner nella catena del valore"; "La Global Compliance"; "La Corporate Governance"; "Eccellenza Operativa"; "I nostri Partner istituzionali"; "L'Information Management". La performance della Società e delle sue controllate negli ambiti sociali, ambientali ed economici mostrata dagli indicatori riportati nel presente documento testimonia il grado di implementazione dei suddetti principi. Ulteriori dettagli sulla loro applicazione nelle specifiche realtà operative sono forniti dal documento "Saipem Sustainability 2011".
[Rif. RGS 2011 - "Profilo dell'emittente"; "Saipem Sustainability 2011"] 
4.9  Il CdA verifica il raggiungimento degli obiettivi preposti in occasione delle Business Review realizzate con cadenza quadrimestrale, e approva annualmente la Pianificazione Strategica, che oltre a tematiche prettamente economico-finanziarie, include obiettivi inerenti aspetti sociali e ambientali del business. I principali rischi riconducibili all'area HSE sono identificati, monitorati e gestiti da Saipem tramite un Sistema Integrato di Gestione HSE, basato su un ciclo annuale di pianificazione, attuazione, controllo, riesame dei risultati e definizione di nuovi obiettivi. La relativa performance è presentata e discussa a ogni riunione del CdA, che emana di conseguenza indicazioni operative. Il CdA è altresì informato all'occorenza della performance sociale, in attuazione della politica di massimizzazione del Local Contenti e in merito alla gestione del personale della Società. Il Presidente, il Vice Presidente e Amministratore Delegato - CEO e l'Amministratore Delegato sono informati con cadenza mensile rispetto alle performance sociale. Al Comitato di Sostenibilità, del quale fanno parte il Vice Presidente e Amministratore Delegato - CEO e l'Amministratore Delegato, con cadenza quadrimestrale vengono presentate le principali performance e attività in corso in ambito di relazione con le comunità locali; il Comitato fornisce quindi le linee di indirizzo e approva la pianificazione delle attività. Il Comitato è inoltre informato e approva, in via preventiva, i documenti di rendicontazione esterna sulla performance di sostenibilità nell'anno, che vengono successivamente approvati in via formale dal CdA in concomitanza alla Relazione Finanziaria annuale.
[Rif. RF 2011 - "Gestione dei rischi d'impresa"; "Sostenibilità"; RGS 2011 - "Sistemi di gestione dei rischi e di controllo interno in relazione al processo di informativa finanziaria"] 
4.10  Il CdA di Saipem, in linea con le best practice internazionali e conformemente alle previsioni del Codice di Borsa, svolge annualmente un programma di autovalutazione sulla dimensione, composizione e funzionamento del Consiglio e dei comitati consiliari, eventualmente esprimendo orientamenti sulle figure professionali la cui presenza in Consiglio sia ritenuta opportuna.
[Rif. RGS 2011 - "Autovalutazione"] 
Rif. GRI  Impegno in iniziative esterne 
4.11  Saipem identifica, monitora e gestisce attivamente il rischio progetto, afferente principalmente i contratti di ingegneria e costruzione, sia in fase di offerta che in fase esecutiva, e i progetti relativi agli Asset societari. La direzione Risk and Opportunity and Knowledge Management (ROKM) assicura il reporting periodico al management sui principali “project risks” e sui relativi trend osservati, aggregati per Business Unit e a livello globale. Fornisce inoltre supporto nelle attività di implementazione delle relative azioni di mitigazione e miglioramento, per la gestione delle aree di rischio e l’ottimizzazione delle opportunità identificate. ROKM contribuisce a promuovere il rispetto delle Golden Rules & Silver Guidelines, lo strumento di governo della propensione all’assunzione di rischi di cui Saipem si è dotata per attribuire agli appropriati livelli manageriali la responsabilità delle decisioni sull’assunzione dei rischi più rilevanti.
[Rif. RF 2011 – “Gestione dei rischi d’impresa”]
4.12  Saipem opera nel quadro di riferimento della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani delle Nazioni Unite, delle Convenzioni fondamentali dell’ILO – International Labour Organization – e delle Linee Guida dell’OCSE per le Imprese Multinazionali.
[Rif. Codice Etico]
4.13  Saipem partecipa a numerose iniziative e associazioni che principalmente si prepongono come obiettivo la condivisione delle best practice del settore 4.13 di competenza. Tra le 32 associazioni a cui Saipem SpA aderisce si citano: ANIMP (Associazione Nazionale di Impiantistica Industriale - Italian Association of Industrial Plant engineering), CEI (Comitato Elettrotecnico Italiano), IADC (International Association of Drilling Contractors), IMCA (International Maritime Contractors Association), IPLOCA (International Pipelinei & Offshore Contractors Association), UNI (Ente Nazionale Italiano di Unificazione), SGI (Società Geologica Italiana). Alcune società operative risultano membri di “Ship owners and Marine Industry Ventures Association” e di BIP (Brazilian Institute of Petroleum and Gas). Il Gruppo Saipem, in totale, partecipa a 42 associazioni.

La relazione con gli Stakeholder

Stakeholder  Principali azioni di coinvolgimento nel 2011 
Stakeholder finanziari  
Analisti finanziari e Agenzie di rating  Presentazione risultati periodici e illustrazione di obiettivi e risultati. Aggiornamento documento web “Key of interpretation of Saipem website and published documents”. Predisposizione informativa a fronte di richieste di VIGEO, la Financière Responsable, EIRIS.
Azionisti  Road Show, dialogo con la segreteria societaria, conferenze per gli investitori internazionali, aggiornamento sezione web dedicata. 
Clienti  Partecipazione, in qualità di speaker, alla Conferenza del settembre 2011 su “Local Content”, Londra (con partecipazione di Clienti quali ExxonMobil, Chevron, Petrobras, Shell, etc.). In Congo, presentazione inerente temi di sostenibilità per cliente Total Congo (giugno 2011), Meeting con Eni Congo e Total Congo (dicembre 2011). In Nigeria, presentazione da parte del CEO Saipem al Presidente della Nigeria su sostenibilità e Local Content. In Kazakhstan, meeting con Agip KCO e con Daewoo (luglio 2011). In Indonesia, inaugurazione della nuova Yard di Karimun, con la partecipazione di tutto il Board Saipem e di 33 Clienti e potenziali partner. Costante relazione a livello dei progetti operativi: Project manager e staff di progetto sostengono colloqui, riunioni e rispondono alle richieste del cliente, spesso presente on-site, nel day-by-day operativo. A fine progetto e con cadenza annuale per i progetti più rilevanti, viene richiesto al cliente un feedback tramite lo strumento di Customer Satisfaction. Informativa nelle fasi di pre-qualifica e di offerta per nuove acquisizioni.
Autorità e istituzioni locali  Accordo e collaborazione con università italiane per collaborazione in master su tematiche HSE. Prosecuzione collborazione con università algerine per collaborazione in master su tematiche HSE. Collaborazione con autorità locali e università per la massimizzazione delle assunzioni e la formazione di personale locale.
Dipendenti e Sindacati 
Dipendenti  Formazione inerente la sostenibilità nel business di Saipem, tramite due sessioni formative per i nuovi assunti e 5 sessioni formative all'interno di training su gestione HSE. Workshop organizzato presso sede di Parigi specifico su sostenibilità e risultati delle analisi del modello SELCE. 2 Workshop per il network interno dei Facilitator di sostenibilità per le società operative di West Africa, Indonesia, Cina, Algeria. 
Sindacati  Contrattazione collettiva e dialogo con i sindacati su specifiche azioni locali; Meeting con rappresentanti dei lavoratori. 
Subcontrattisti e fornitori  Coinvolgimento di fornitori locali (36 nigeriani, 23 algerini, 23 kazaki, 24 indonesiani) in survey quali-quantitative per l'applicazione del modello SELCE. Audit a 17 fornitori cinesi e indiani su tematiche di diritti dei lavoratori. 
Comunità Locali Diverse iniziative e programmi di sviluppo svolti nel corso dell’anno per le comunità ospitanti, spesso in collaborazione con organizzazione e rappresentanze locali, come illustrato nel documento “Saipem Sustainability 2011”. Prosecuzione attività di partnership con Università e scuole locali (Algeria, Azerbaijan, Nigeria, Indonesia, Perù, Venezuela).