Compensi e altre informazioni

Attuazione Politiche Retributive 2011

Si fornisce di seguito la descrizione degli interventi retributivi attuati nel 2011 a favore del Presidente del Consiglio di Amministrazione, degli Amministratori non esecutivi, del Vice Presidente e Amministratore Delegato (CEO), dell’Amministratore Delegato (Deputy CEO) e degli altri Dirigenti con Responsabilità Strategiche.
L’attuazione della politica retributiva 2011, secondo quanto verificato dal Comitato Remunerazione e Nomine in occasione della valutazione periodica prevista dal Codice di Autodisciplina, si è mantenuta in linea con i principi generali richiamati nelle delibere assunte dal Consiglio di Amministrazione, nel corso del precedente e dell’attuale mandato. In base alla valutazione espressa dal Comitato, la Politica 2011 è risultata inoltre coerente ai riferimenti di mercato riscontrati, sia in termini di posizionamento complessivo che di pay-mix.

Compensi Fissi

Agli Amministratori non esecutivi uscenti, nel corso del 2011, sono stati erogati i compensi fissi deliberati dall’Assemblea del 28 aprile 2008, nella misura spettante sino alla cessazione del mandato.
Al Presidente in carica, Alberto Meomartini, è stato erogato, proquota annua, il compenso deliberato, in continuità con la struttura retributiva e gli importi definiti nel precedente mandato, dal Consiglio di Amministrazione del 16 giugno 2011. Tale compenso, sia nel precedente che nell’attuale mandato, assorbe il compenso come Amministratore deliberato dall’Assemblea.
Agli Amministratori non esecutivi in carica sono stati erogati, proquota annua, i compensi deliberati, in riferimento al nuovo mandato consiliare, dall’Assemblea del 4 maggio 2011.
Con riferimento al Vice Presidente e Amministratore Delegato (CEO), con delibera consigliare del 16 giugno 2011, è stato apportato un adeguamento della remunerazione fissa per esigenza di allineamento rispetto ai riferimenti di mercato. Tale compenso, sia nel precedente che nell’attuale mandato, assorbe il compenso come Amministratore deliberato dall’Assemblea.
Per quanto riguarda il posizionamento retributivo dell’Amministratore Delegato (Deputy CEO), non sono emersi disallineamenti rispetto ai valori di mercato di riferimento, è stato quindi confermato l’attuale compenso. Tale compenso, sia nel precedente che nell’attuale mandato, assorbe il compenso come Amministratore deliberato dall’Assemblea.
Per gli altri Dirigenti con Responsabilità Strategiche, nell’ambito del processo di salary review annuale previsto per tutti i Dirigenti, nel 2011 sono stati apportati adeguamenti selettivi della remunerazione fissa, nei casi di promozione a posizioni di livello superiore, ovvero in relazione a esigenze di adeguamento dei livelli retributivi rispetto ai riferimenti di mercato riscontrati.
Gli importi relativi ai compensi fissi sono specificati alla rispettiva voce della Tabella n. 1, a pag. 17.

Compensi per la partecipazione ai Comitati consiliari

Agli Amministratori non esecutivi in carica sono stati erogati, proquota, i compensi aggiuntivi spettanti per la partecipazione ai Comitati consiliari, secondo quanto deliberato dal Consiglio di Amministrazione del 16 giugno 2011.
Gli importi relativi a tali compensi sono specificati alla rispettiva voce della Tabella n. 1, a pag. 17.

Incentivazione Variabile

Incentivazione variabile di breve termine

L’incentivo del Piano annuale 2011 è stato corrisposto, per quanto riguarda gli Amministratori esecutivi, a fronte della valutazione della performance aziendale in relazione alla consuntivazione dei risultati riguardanti gli obiettivi definiti per il 2010 in coerenza con il Piano Strategico, in termini di: (i) EBITDAi Adjusted, (ii) Ordini da acquisire, (iii) Posizione finanziaria netta, (iv) Sostenibilità. Per quanto riguarda gli altri Dirigenti con Responsabilità Strategiche, l’incentivo variabile erogato nel 2011 è stato connesso ai risultati aziendali e a una serie di obiettivi individuali assegnati in relazione al perimetro di responsabilità del ruolo ricoperto, in coerenza con quanto previsto nel Piano di performance Saipem 2010.
I risultati Saipem inerenti l’esercizio 2010, valutati a scenario costante e approvati dal Consiglio, su proposta del Comitato Remunerazione e Nomine, nella riunione del 8 marzo 2011, hanno condotto alla determinazione di un punteggio di performance pari a 127 punti nella scala di misurazione utilizzata, che prevede un livello target e massimo rispettivamente pari a 100 e 130 punti. Ai fini della remunerazione variabile da erogare il punteggio di performance consuntivato determina:

  • per il Vice Presidente e Amministratore Delegato (CEO), l’erogazione di un bonus pari al 76,2% della remunerazione fissa, tenuto conto dei livelli di incentivazione target (60%) e massima (78%) assegnati;
  • per l’Amministratore Delegato (Deputy CEO), l’erogazione di un bonus pari al 45,2% della remunerazione fissa, tenuto conto dei livelli di incentivazione target (40%) e massima (52%) assegnati;
  • per gli altri Dirigenti con Responsabilità Strategiche l’erogazione di bonus determinati in relazione alle specifiche performance conseguite, secondo livelli di incentivazione differenziati in funzione del ruolo ricoperto.

Gli incentivi erogati al Vice Presidente e Amministratore Delegato (CEO), all’Amministratore Delegato (Deputy CEO) e agli altri Dirigenti con Responsabilità Strategiche sono specificati alla voce “Compensi variabili non equity/bonus e altri incentivi” della Tabella n. 1, a pag. 17, con relative indicazioni di dettaglio nella Tabella n. 3, a pag. 19.

Piano di Incentivazione Monetaria Differita

Il Consiglio di Amministrazione, nella riunione dell’8 marzo 2011, su verifica e proposta del Comitato Remunerazione e Nomine, ha deliberato il raggiungimento di un risultato di EBITDA 2010 (valutato a scenario costante) di livello target.
In favore del Vice Presidente e Amministratore Delegato (CEO), il Consiglio di Amministrazione ha pertanto definito l’attribuzione dell’incentivo base 2011 in misura pari a 360.500 euro (40% della remunerazione fissa complessiva).
Per l’Amministratore Delegato (Deputy CEO), il Consiglio di Amministrazione ha definito l’attribuzione dell’incentivo base 2011 in misura pari a 135.000 euro (25% della remunerazione fissa). Per gli altri Dirigenti con Responsabilità Strategiche, gli importi attribuiti sono stati determinati secondo un livello di incentivazione target, differenziato per livello di ruolo, fino a un massimo pari a 25% della remunerazione fissa.
Gli incentivi base attribuiti al Vice Presidente e Amministratore Delegato (CEO), all’Amministratore Delegato (Deputy CEO) e agli altri Dirigenti con Responsabilità Strategiche sono specificati alla voce “Bonus dell’anno - differito” della Tabella n. 3, a pag. 19. Nel 2011 è inoltre giunto a maturazione l’incentivo monetario differito attribuito nel 2008 al Vice Presidente e Amministratore Delegato (CEO), all’Amministratore Delegato (Deputy CEO) e alle altre risorse manageriali. Il Consiglio di Amministrazione nella riunione dell’8 marzo 2011, sulla base dei risultati di EBITDA Saipem consuntivati nel periodo 2008-2010, ha deliberato, su proposta del Comitato Remunerazione, il moltiplicatore da applicare all’incentivo base attribuito ai fini del calcolo dell’importo da erogare, in misura pari al 143% nella scala di incentivazione 0÷170%. In particolare, al Vice Presidente e Amministratore Delegato (CEO) è stato erogato un incentivo pari a 559.130 euro (143% dell’incentivo di 391.000 euro attribuito nel 2008) e all’Amministratore Delegato (Deputy CEO) è stato erogato un incentivo pari a 251.680 euro (143% dell’incentivo di 176.000 euro attribuito nel 2008).
Gli importi erogati al Vice Presidente e Amministratore Delegato (CEO), all’Amministratore Delegato (Deputy CEO) e agli altri Dirigenti con Responsabilità Strategiche sono specificati alla voce “Bonus di anni precedenti erogabili/erogati” della Tabella n. 3, a pag. 19.

Piano di Incentivazione Monetario di Lungo Termine

In favore del Vice Presidente e Amministratore Delegato (CEO), il Consiglio di Amministrazione nella riunione del 26 ottobre 2011, su verifica e proposta del Comitato Remunerazione, ha deliberato l’attribuzione dell’incentivo base del Piano di Incentivazione Monetaria di Lungo Termine previsto in sostituzione del precedente piano di stock option Saipem, non più attuato dal 2009; l’incentivo attribuito è stato definito in misura pari a 451.000 euro, secondo i criteri e le modalità di valorizzazione deliberati dal Consiglio stesso e con il supporto di provider esterni specializzati. Per l’Amministratore Delegato (Deputy CEO) l’incentivo attribuito è stato definito in misura pari a 189.000 euro, secondo i criteri e le modalità di valorizzazione deliberati dal Consiglio stesso e con il supporto di provider esterni specializzati.
Per gli altri Dirigenti con Responsabilità Strategiche sono stati attribuiti importi determinati secondo un livello di incentivazione target, differenziato per livello di ruolo, fino a un massimo pari a 35% della remunerazione fissa.
Gli incentivi base attribuiti al Vice Presidente e Amministratore Delegato (CEO), all’Amministratore Delegato (Deputy CEO) e agli altri Dirigenti con Responsabilità Strategiche, sono specificati alla voce “Bonus dell’anno - differito” della Tabella n. 3, a pag. 19.

Stock option

Dal 2009, Saipem non ha più deliberato piani di stock option.
Per i Piani di stock option in essere, nel corso del 2011 è giunto a maturazione l’assegnazione 2008 del Piano di stock option 2006- 2008, rivolto al Vice Presidente e Amministratore Delegato (CEO), all’Amministratore Delegato (Deputy CEO) e alle risorse manageriali critiche e collegato alla performance conseguita dal titolo Saipem in termini di Total Shareholders’ Return (TSR) nel triennio di riferimento, rispetto a quello dei sei tra i maggiori competitor internazionali per capitalizzazione dell’Oil & Gas Services.
Il Consiglio di Amministrazione, sulla base dei risultati conseguiti nel periodo di vesting, verificati, su proposta del Comitato Remunerazione, nella riunione dell’8 marzo 2011, ha determinato il moltiplicatore da applicare al numero di opzioni attribuite ai fini della determinazione delle opzioni esercitabili a partire dal 30 luglio 2011, in misura pari al 95% nella scala di incentivazione 0÷100%.
Le opzioni esercitabili da parte del Vice Presidente e Amministratore Delegato (CEO) sono pari a 124.450 con prezzo di esercizio di 25,872 euro e le opzioni esercitabili da parte dell’Amministratore Delegato (Deputy CEO) sono pari a 59.850 con prezzo di esercizio di 25,872 euro e pari a 51.850 con prezzo di esercizio di 26,521.
Per maggiori dettagli sulle caratteristiche dei Piani in essere si rinvia ai relativi documenti informativi pubblicati nella sezione “Corporate Governance” sul sito internet della Società.

Indennità di fine carica o di cessazione del rapporto di lavoro

In favore di un Dirigente con responsabilità strategiche, il cui incarico è mutato in data 8 febbraio 2011, è stato erogato, a integrazione delle competenze di legge e contrattuali, un trattamento definito in coerenza con le politiche aziendali di incentivazione all’esodo.
Gli effetti della risoluzione consensuale del rapporto del Dirigente con responsabilità strategiche sui piani di incentivazione monetaria in essere, secondo quanto previsto dai rispettivi regolamenti, sono precisati nelle note della Tabella n. 2, a pag. 18 e della Tabella n. 3, a pag. 19.
Gli importi erogati a titolo di trattamenti di fine mandato e/o rapporto di lavoro sono specificati alla voce “Indennità di fine carica o di cessazione del rapporto di lavoro” della Tabella n. 1, a pag. 17.

Benefit

Nella Tabella n. 1, a pag. 17, è riportato il valore dei benefit riconosciuti nel 2011, secondo un criterio di imponibilità fiscale, al Vice Presidente e Amministratore Delegato (CEO) e agli altri Dirigenti con Responsabilità Strategiche; in particolare tali valori si riferiscono ai seguenti benefit: (i) contribuzione annuale al fondo di previdenza complementare FOPDIRE; (ii) contribuzione annuale al fondo di assistenza sanitaria integrativa FISDE; (iii) assegnazione di autovettura a uso promiscuo di durata triennale (valore al netto del contributo a carico dell’assegnatario). All’Amministratore Delegato (Deputy CEO) il valore dei benefit riconosciuti nel 2011 si riferisce a: (i) contribuzione annuale per la previdenza complementare 1824 Clerical Medical Pension Fund; (ii) contribuzione annuale per assistenza sanitaria integrativa BUPA - British Union Provident Association e CIGNA - International Employee Healthcare Plan.